Nuovo buon proposito

Siccome sto riorganizzando le mie foto, ho deciso di provare a condividere con voi una nuova foto al giorno. As simple as that! ma non credo sarà così facile. Vedremo…

Comincio con questa solo perchè ultimamente ho messo a posto la cartella che conteneva delle vecchie foto nella categoria OA: outdoor activities. Ora non archivio più le foto in cartelle categoriche bensì per shoot, ovvero per sessione fotografica. Poi con un programma di archiviazione assegno le foto a varie categorie, in questa maniera è più facile tenerne traccia.

Nel 2004 avevo deciso di fare un lungo trekking in tenda da solo nelle Dolomiti. Volevo attraversare il gruppo del Brenta e poi arrivare nel Parco dello Stelvio per finire all’omonimo passo. Doveva durare circa due settimane, secondo i piani. Ma in pratica è durato solo cinque giorni a causa del continuo maltempo. Lo zaino era davvero pesante: tenda, sacco a pelo, vestiti caldi, pentola e fornello e cibo a sufficienza. Ho dovuto pernottare in un paio di rifugi.

La prima notte da solo, in cima ad un crinale erboso, dopo il lungo viaggio da Genova, la forte pioggia, la ripida salita e le spalle doloranti è stata proprio dura, psicologicamente. Continuavo a domandarmi perchè mi fossi imbarcato in una simile avventura. Non potevo starmene tranquillo a casa? Invece di preoccuparmi della notte e della solitudine avrei potuto bermi una birra tra amici in Piazza delle Erbe.

Ma il giorno dopo, all’alba, ogni dubbio si dissolveva e cominciava a diffondersi in me la pace che riesco a trovare (purtroppo) solo in montagna.

Ho percorso sentieri alla base delle ripide pareti rocciose del Brenta. Sapevo che lassù, fra quelle aguzze cime, correva una famosissima ferrata: La Via delle Bocchette. Decisi che sarei tornato per affrontarla con l’adeguata attrezzatura.

E così è stato. Dopo un paio di settimane sono tornato con lo zaino leggero e l’imbrago.

Questa foto testimonia una delle tante scalette a strapiombo sugli abissi di roccia e vento. Di nuovo ero solo, ma ho incontrato tantissimi alpinisti lungo il percorso…un’altra emozionante avventura.

Dolomiti, Brenta, Via delle Bocchette, 2004

2 thoughts on “Nuovo buon proposito

  1. di sicuro hai fatto meglio a scalare una montagna, invece di stare a ciondolare con una birretta in mano fra decine di inconcludenti…
    comunque sei proprio fissato con queste attività estreme e rischiose!!! un corso di bridge no?
    😉
    elisa

  2. grandissima foto, una delle poche a darmi un senso di vertigine. devi postarne un po’, sotto licena creative commons. saluti j

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s