Ma dove stiamo andando così di corsa, sempre più veloce?
La terra ci scompare da sotto i piedi, la cancelliamo con l’artificiale, la spostiamo più in là, fra confini ogni giorno più stretti.
Cerca un po’ di terra non messa lì apposta da qualcuno? Sei in città e non ci riesci. Sei in città e non sai più cos’è la natura. Sei in città ed è come se fossi dentro una bolla di acciaio trasparente che ti isola dal mondo. Isola i cittadini anche da loro stessi.
Siamo tutti di corsa, siamo tutti davanti alle vetrine, dentro le auto, compressi dentro un bus, a stretto contatto, ma siamo soli, ognuno nel suo guscio egoista, egocentrico.
Comprare comprare comprare…
Aiuta l’Italia: spendì di più! Sperpera un po’ anche te, dai, non fare quella faccia. Ma cosa t’importa, fatti fare un prestito, brucia un po’ di foresta, inquina, dai, non avere remore, perchè quella faccia? Non ti piace? Ma si, dai, compra, usa, getta, tutto insieme, tutto per terra, ma che te ne frega!? mica è casa tua, no?
Ma dove stiamo andando in questo modo?
Che senso ha? Perchè?
Da un lato 500 fascisti che inneggiano al Duce, come se la storia non fosse mai stata scritta, come se il tempo non fosse passato, come se ciò non fosse illegale.
Dall’altro, altri deficienti che non sanno farsi ascoltare che con la violenza, la distruzione ed altro sperpero.
Però…di cosa si parla nei giornali, cosa ci fa vedere la televisione, solo le violenze sulla proprietà privata, è quello il dio da proteggere, da difendere a tutti i costi: le cose. Ma quelle si possono ricostruire, ricomprare, assicurare.
Chi assicura la democrazia, la libertà e l’uguaglianza?
Non sono ideali da proteggere con più vigore?
No! Si preferisce fare una fiaccolata a sostegno dei negozianti, contro i violenti. E’ giusto anche questo, ma non scordiamoci che sabato a Milano c’erano 500 persone che preferiscono il Duce allo stato di democrazia. E la dittatura porta violenza…magari qualcuno se lo è scordato!
Vabbeh, 500, dirà qualcuno, non sono mica tanti….si ma a capo di loro c’è il rappresentante di un partito alleato con Berlusconi al governo. Ma qui siamo scemi?
E quello se ne va in giro con il berrettino da panettiere! Ma l’avete visto? Con quella sia faccia tronfia, il doppiopetto blu, il sorriso Durban, e si vuole paragonare ad un operaio, un imbianchino, un panettiere. Ma regala le tue case in Sardegna. Dicci veramente come hai ottenuto tutti quei soldi. Svela i tuoi segreti giudiziari. Il panettiere mica può farsi una legge per aumentare il prezzo del pane e obbligare tutti a comprarlo, tu si e lo fai, ti permette di fare cose che non permetteresti di fare a un panettiere. Vergogna!

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s